Massimo Picozzi

 
Massimo Picozzi, laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Psichiatria e Criminologia presso l’Università di Milano, si è poi perfezionato in Sessuologia Clinica presso l’Università di Pavia.
 
Dopo alcuni anni trascorsi come Dirigente Sanitario Incaricato in strutture penitenziarie, ha lavorato come psichiatra ospedaliero in ambito pubblico sino al 2000. quando ha iniziato a collaborare con il mondo universitario, dapprima a Milano, quindi a Parma, e dal 2002 con l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza, dove è titolare dell’insegnamento di Criminologia e di Security Management e dirige il Laboratorio per l’Analisi e la Ricerca sul Crimine.
È coordinatore scientifico del Master in Criminologia Forense (MACRIF).
 
Per la casa editrice Mondadori dirige la collana “True Crime”.
 
La sua più recente pubblicazione è Un oscuro bisogno di uccidere, Mondadori, 2008.

Ha inoltre pubblicato: Criminal Profiling. Dall'analisi della scena del delitto al profilo psicologico del criminale, con Angelo Zappalà, McGraw Hills, 2001;  Piccoli omicidi. La (stra)ordinaria violenza degli adolescenti, Monti, 2002; Giovani e crimini violenti. Psicologia, psicopatologia e giustizia, con Ingrasci Giovanni, McGraw Hills, 2002;  Pedofilia. Non chiamatelo amore, con Michele Maggi, Guerini e associati, 2003; Serial killer. Storie di ossessione omicida, con Carlo Lucarelli, Mondadori, 2004;  Scena del crimine. Storie di delitti efferati e di investigazioni scientifiche, con Carlo Lucarelli, Mondadori, 2006; La nera. Storia fotografica di grandi delitti italiani dal 1946 ad oggi, con Carlo Lucarelli, Mondadori, 2006; Tracce criminali, storie di omicidi imperfetti, con Carlo Lucarelli, Mondadori, 2007.