Home page 2014

3° Festival dell'Anima
Convegno Nazionale AEP

10° Fidenza PsicoFestival
Fidenza
Sabato 17 Maggio 2014
Centro Giovanile di Via Mazzini


"Il disagio della postmodernità"

Programma

Ore 16.30
Conversazione a più voci su "Il disagio della civiltà oggi": 
  • dottoressa Letizia Manneschi, neurologa presso l'Ospedale di Vaio/Fidenza 
  • dottoressa Rossella Giacometti, psicoanalista della Libera Universitas Psicoanalitica (Lunipsi) di Torino
  • professor Angelo Conforti, insegnante di filosofia e psicologia

Ore 18.30
Presentazione
Mauro Germani, poeta, scrittore e saggista, presenta il suo libro "Gaber, il teatro del pensiero" e ci parla di questo grande anticipatore della crisi attuale e del disagio della postmodernità



Ore 21.30
Cineforum


Proiezione del film Venere in pelliccia (Francia, 2013, 96’) di Roman Polanski, con Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric.


Tratto dalla pièce teatrale omonima di David Ives, a sua volta tratta dal romanzo omonimo di Leopold von Sacher-Masoch.

«Comico, erotico, a tratti quasi gioioso, nella sua spumeggiante, affilata, parodia della lotta tra sessi, e dei suoi stereotipi, Venere in pelliccia è un arioso gioco di specchi a rimandi infiniti» (Giulia D’Agnolo Vallan, Il Manifesto).

«Venere in pelliccia è un “piccolo”, ma affilato, denso, ossessivo congegno drammaturgico allestito dalla bravura sempreverde di uno dei massimi talenti della nostra epoca, l’ottantenne Roman Polanski. II film tratto dalla pièce di David Ives a sua volta ispirata all’omonimo e cruciale romanzo di Sacher-Masoch consiste in un’ora e mezza di progressiva, inarrestabile combustione psicologica apparentemente a carico di due soli personaggi, ma in realtà irradiata su un’infinità di situazioni che riguardano noi tutti» (Valerio Caprara, Il Mattino).

«Temi esistenziali, “pesanti”, ma trattati con una leggerezza, un brio e un gusto unici: esercizio di stile, ma insieme esercizio salutare per chi dietro la macchina da presa e davanti allo schermo ama il cinema. Cinema vitale, nella misura in cui promette esibita teatralità; cinema vitale, perché porta con sé l’autobiografia del regista» (Federico Pontiggia, Il Fatto quotidiano).

 

Ingresso: 5 Euro





Direttore: Angelo Conforti
Direttore scientifico: Gabriele La Porta

Organizzazione a cura delle seguenti associazioni no profit:







Ċ
Angelo Conforti,
21 gen 2015, 02:31
Comments