Home page‎ > ‎

Film 2017

Cineforum Psicofestival: i film e l'empatia

 

Venerdì 22 settembre 2017
Ore 21.30



Fuochi d'artificio in pieno giorno

di  Yi Nan Diao

(Hong Kong - Cina, 2014, 106')
 

Ingresso 6 euro
Abbonamento due film 10 euro






Sabato 23 settembre 2017
Ore 21.30
 

Ritratto di famiglia con tempesta
di Hirokazu Kore-Eda

(Giappone, 2016, 117')




 

Ingresso 6 euro
Abbonamento due film 10 euro
  
  



“Dialoghi avari, personaggi scolpiti, stile ellittico ma solidissimo. Nella Cina del film amore e sentimenti sono fatti puramente, brutalmente fisici. La solidarietà non esiste, (...) il ghiaccio del titolo è insieme metafora e elemento scenico che ispira tutta una coreografia del delitto e del sospetto. UN FILM SORPRENDENTE QUANTO ELOQUENTE.” (Fabio Ferzetti, Il Messaggero, 25 luglio 2015).

“Il terzo lungometraggio del 46enne Diao Yinan È SPLENDIDO: potente dello sguardo consapevole e appassionato del suo regista, è un detective-movie mescolato al melodramma con chiare 'interferenze' nel cinema sociale. L'espansione economica cinese costa cara ai suoi cittadini sempre sottoposti a crescenti e pericolose contraddizioni che certo non sfuggono agli occhi di chi fa cultura e cinema." (Anna Maria Pasetti, Il Fatto Quotidiano, 23 luglio 2015).

“A Yi Nan Diao non interessa tanto la soluzione del caso criminale, quanto piuttosto i destini dei protagonisti, creature solitarie. Tuttavia la singolarità non risiede qui, né in una certa attitudine a seminare false piste, o a mettere lo spettatore dinanzi a situazioni impreviste (i misteriosi fuochi d'artificio che esplodono sopra polizia e pompieri): sta invece nello stile visivo, fatto di IMMAGINI IPNOTICHE E MAGNIFICAMENTE PADRONEGGIATE. In ambienti che variano dall'oscurità del carbone al nitore da brivido dei paesaggi ghiacciati, tra piste di pattinaggio, gallerie minacciose, locali notturni surreali, è tutto un susseguirsi di SCENE STUPEFACENTI dove le immagini (nitide, interamente a fuoco, sempre attente a sfruttare la profondità di campo) fanno un MIX DI RARA SUGGESTIONE con un ambiente sonoro cui la regia non attribuisce importanza minore che a quello visivo.” (Roberto Nepoti, La Repubblica, 23 luglio 2015).

 ORSO D’ORO MIGLIOR FILM + ORSO D’ARGENTO MIGLIOR ATTORE (BERLINO 2014).

Ritratto di famiglia con tempesta di Hirokazu Kore-Eda è un MAGNIFICO, TOCCANTE MELODRAMMA COSPARSO DI NUVOLE, COME NELLA TELA TEMPORALESCA DI GIORGIONE dove l'autore analizza come sono difficili i mestieri di padre e figlio, e le complicità sentimentali.” (Maurizio Porro, Corriere della Sera, 25 maggio 2017)”.

“Il senso dello scorrere del tempo, la precisione nell'analisi del microcosmo familiare e la sensibilità per i personaggi femminili e infantili sono le caratteristiche migliori di questo regista giapponese che si comincia a conoscere anche in Italia.  Ritratto di famiglia con tempesta è UN FILM DI FINE IMPAGINAZIONE CHE RACCONTA IN MANIERA NON SUPERFICIALE I SENTIMENTI E LE RELAZIONI, e ci porta in giro per le storie in maniera gradevole e a volte inattesa.” (Emiliano Morreale, La Repubblica, 19 maggio 2016).

“(...) BELLISSIMO FILM, del regista giapponese Kore-Eda Hirokazu, un regista (...) che anche gli spettatori italiani hanno cominciato a conoscere grazie a opere come «Padri e figli» o al più recente «Little Sister». Anche in questo suo nuovo lavoro (...) ci porta al cuore di una vicenda familiare raccontata, come nelle sue corde, soprattutto scandagliando i legami affettivi tra padre e figlio per allargare poi il discorso a quelli tra marito e moglie, tra il giovane padre e l'anziana madre dove, ad essere messa in scena, è proprio la delicata trama dei rapporti e dei sentimenti che lega tra di loro le persone. (...) Con il suo stile delicato e rarefatto, il regista racconta la trama dei rapporti familiari legando il passato e il presente in un intelligente lavoro di introspezione.” (Andrea Frambrosi, L'eco di Bergamo, 20 maggio 2016).


Ċ
fuochi.pdf
(439k)
Angelo Conforti,
12 set 2017, 04:46
Ċ
Angelo Conforti,
09 set 2017, 06:29
Comments