Home page‎ > ‎

Perché

Lo PsicoFestival: perché?

Il Fidenza PsicoFestival, fin dalla sua prima edizione, nel 2005, ha voluto inserirsi nella tradizione dei grandi festival culturali italiani che negli ultimi decenni hanno avuto il merito di far uscire dalle università e dalle aule scolastiche le diverse discipline del patrimonio italiano e internazionale della cultura contemporanea, per portarlo nelle piazze delle città, a contatto con la gente, con l’intento di soddisfare quei bisogni di conoscenza e di comprensione della realtà che una società spesso troppo meccanica e programmata reprime o non soddisfa appieno.

L'edizione del 2018, dopo tredici edizioni sui temi più attuali e interessanti, ha voluto porre al centro proprio la questione della psicoanalisi che, ad oltre un secolo dalla sua fondazione come scienza dell'inconscio, come esperienza cognitiva ed emotiva volta alla più profonda conoscenza di sé, è ancora per molti una sorta di "oggetto misterioso", confusa troppo spesso con la psicoterapia o, persino, con la psichiatria, assimilata alle discipline sanitarie, disconosciuta giuridicamente almeno nel nostro Paese, dove un vuoto legislativo le impedisce il suo normale sviluppo.
Perciò la domanda cruciale del festival di quest'anno è: "Che cos'è veramente la psicoanalisi?" (laddove il veramente, in corsivo, ha un significato tra l'ironico e il dubitativo: non pretendiamo, infatti, di diffondere presunte verità, ma di costruire un mosaico di possibili risposte).

In questa XIV edizione, più che mai, il festival della psicoanalisi e delle discipline connesse continua ad operare per la diffusione della cultura psicoanalitica, fornendo alla cittadinanza l’opportunità di approfondire l’importanza, non solo scientifica ma soprattutto culturale, di una forma di sapere che, al di là degli aspetti tecnici o clinici, funziona sempre più efficacemente come modello interpretativo della realtà del nostro tempo.

Comments